A gennaio risalgono tassi su nuovi mutui e finanziamenti alle imprese
Prestiti e mutui | 28 febbraio 2019

A gennaio risalgono tassi su nuovi mutui e finanziamenti alle imprese

Stando l'ultimo rapporto mensile dell'Abi, a gennaio 2019 il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni è risultato pari a 1,92%, in leggera crescita all’1,89% di dicembre 2018 ma ben lontano dai livello pre-crisi: era al 5,72% a fine 2007.

Nel mese di gennaio 2019 i tassi di interesse sulle nuove operazioni sono saliti rispetto al mese precedente. È quanto rileva l’ABI, l’Associazione bancaria italiana, nell’ultimo rapporto mensile.
In particolare, il tasso medio sulle nuove operazioni per l’acquisto di abitazioni si è attestato all’1,92%, in crescita rispetto all’1,89% di dicembre 2018.
Il livello resta lontano da quanto registrato prima della crisi: a fine 2007 era al 5,72%.

Per quanto riguarda le nuove operazioni di finanziamento alle imprese, il tasso medio di gennaio 2019 è pari all’1,52%, contro l’1,46% del mese precedente e il 4,48% di fine 2007.
Il tasso medio sul totale dei prestiti è arrivato al 2,59%, contro il 2,55% di dicembre 2018 e il 6,18% di prima della crisi, a fine 2007. 

In riferimento alla raccolta bancaria, a gennaio 2019 il tasso di interesse medio sul totale della raccolta da clientela (somma di depositi, obbligazioni e pronti contro termine in euro a famiglie e società non finanziarie) è rimasto fermo al 0,61%, come a dicembre 2018.
Questo per effetto del tasso praticato sui depositi (conti correnti, deposito a risparmio e certificati di deposito), pari allo 0,36% (era allo 0,36% anche a dicembre 2018), e del rendimento delle obbligazioni in essere, anch’esso rimasto invariato in confronto al mese precedente al 2,39%.

A cura della redazione de “Il Sole 24 ore”