Arrivano gli AISP. Ecco cosa sono e cosa fanno

Con l’entrata in vigore della direttiva europea sui sistemi di pagamento, nel 2019 inizieranno a diffondersi nuovi operatori. Come ad esempio gli AISP. Cioè aggregatori di dati che forniranno una visione d’insieme delle nostre finanze. Ecco come funzionano.

La PSD 2, cioè la Direttiva Europea creata con l’obiettivo di favorire la nascita di un mercato unico e integrato dei servizi di pagamento, entrerà pienamente in vigore a partire dal prossimo 14 settembre portando con sé numerose novità. 

Tra queste, per esempio, vi sarà l’apertura a nuovi protagonisti, noti come Terze Parti autorizzate o “Third Party Providers”, che, preventivamente autorizzate dagli stessi clienti, potranno accedere ai dati relativi ai conti e ai movimenti, incrementando di conseguenza la varietà di servizi di pagamento disponibili.

Tra i nuovi operatori regolamentati dalla PSD2 vi sono i PISP (leggi qui), che fungono da prestatori di servizi di pagamento, e gli AISP, cioè gli Account Information Service Provider, che sono di fatto prestatori di servizi informativi.

Come prevede la direttiva, infatti, gli AISP:

  • Offrono un servizio ai titolari di un conto accessibile online, attraverso cui il cliente può ottenere un’informativa completa dei propri conti.
  • Permettono di monitorare tutti i conti correnti intrattenuti dal cliente in un unico ambiente, anche se si tratta di prodotti sottoscritti presso diversi istituti di credito.
  • Possono accedere ai conti del cliente solo dopo aver avuto esplicito consenso dal titolare del conto corrente.
  • Non possono operare sul conto corrente (per esempio disponendo bonifici) ma solo fornire un’informativa su saldo e movimenti disposti.
  • Non detengono i soldi del cliente, e non possono archiviare i dati per fini diversi dalla prestazione del servizio.

Si tratta quindi, per esempio, di applicazioni che riuniscono in una sola schermata tutti i conti correnti intrattenuti dal cliente presso vari istituti.
In questo modo, dopo aver effettuato l’accesso utilizzando le credenziali di sicurezza messe a disposizione dalla propria banca, è possibile avere una sorta di fotografia del patrimonio complessivo, visualizzando anche le entrate e le uscite del mese di tutti i conti collegati.

A cura della redazione di OfNetwork

PSD2: prodotti e servizi correlati

Le API di Deutsche Bank per le Terze Parti autorizzate

Le API di Deutsche Bank per le Terze Parti autorizzate

A loro disposizione un ambiente di test completo a cui possono iscriversi tramite email. Scopri di più

PSD2: nuove modalità di accesso all’online banking db Interactive. Un nuovo standard di sicurezza per i propri dati

Tutte le novità per la sicurezza dei tuoi pagamenti

Per adeguarsi ai requisiti della PSD2 e garantire una maggiore sicurezza al cliente in fase di login e dispositiva, Deutsche Bank ha adeguato le procedure di autenticazione. Scopri di più