Arte e Business
Lifestyle | 19 ottobre 2016

Arte e business

I principali appuntamenti mondiali che puntano sull’arte, con un occhio anche al Business. Perché un quadro, oltre a un’opera d’arte, può essere anche un investimento.

Il calendario degli appassionati d’arte e dei collezionisti è scandito da grandi mostre e fiere. Gli appuntamenti si moltiplicano e ormai vanno da un continente all’altro. Le iniziative più famose e consolidate possono offrire la migliore panoramica di quelli che sono gli artisti moderni e contemporanei più quotati e apprezzati, per conoscere nuove tendenze o riscoprire gioielli del passato più recente. L’evento che più di tutti rappresenta questo è Art Basel, l’iniziativa nata nel 1970 da tre gallerie d’arte di Basilea, in Svizzera, che con gli anni ha visto crescere il numero dei partner e degli artisti, con il coinvolgimento anche di altre città, Miami Beach negli Stati Uniti e Hong Kong, per alcuni degli appuntamenti più imperdibili dell’anno. Il prossimo è a Miami dal primo al 4 dicembre, mentre a Hong Kong si va dal 23 al 25 marzo 2017 e a Basilea dal 15 al 18 giugno 2017. Intanto Art Basel ha lanciato anche il progetto Cities per promuovere l’arte e iniziative culturali in altre città, a partire da Buenos Aires, la capitale dell’Argentina.
Anche l’Italia, comunque, ha i suoi appuntamenti imperdibili per chi è interessato all’arte moderna e contemporanea. A Torino, dal 4 al 6 novembre 2016 andrà in scena la ventitreesima edizione di Artissima, che punta sempre più sui giovani artisti, mentre a Milano l’appuntamento è con Miart (la ventiduesima edizione è in calendario dal 31 marzo al 2 aprile 2017) che ha trovato nell’arte moderna una delle sue principali caratteristiche. Sono eventi che permettono di entrare in contatto non solo con gli artisti ma anche con galleristi e collezionisti e di avere un punto di accesso a un mondo che ha due facce: alla creatività, alla bellezza, alla ricerca di nuove forme espressive fa da contraltare il business, perché un quadro, una scultura, una fotografia sono anche una opportunità di investimento, per i singoli e per le aziende. E non serve essere miliardari per iniziare, non si vendono solo quadri di Picasso o Modigliani (che nel 2015 hanno raggiunto cifre da record all’asta superando entrambi i 170 milioni di euro), ma le fiere – come le aste di arte contemporanea – possono essere l’occasione per conoscere gallerie e artisti emergenti, già quotati ma con prezzi di ingresso che partono da qualche migliaio di euro.

A cura della redazione de "Il Sole 24 Ore"

Articoli correlati

Da un sottile foglio di polietilene modificato chimicamente è nato il nuovo tessuto rinfrescante
Lifestyle | 06 dicembre 2016

Mi vesto di PET. Dalle bottiglie tessuti freschi e chic

Il polietilene, la plastica con cui sono fatte tra l’altro le bottiglie dell’acqua, una volta riciclato e trattato serve per realizzare tessuti innovativi più freschi del cotone e del lino. Ma anche impermeabili e molto resistenti.

Leggi l’articolo completo
Arte e Business
Lifestyle | 19 ottobre 2016

Arte e business

I principali appuntamenti mondiali che puntano sull’arte, con un occhio anche al Business. Perché un quadro, oltre a un’opera d’arte, può essere anche un investimento.

Leggi l’articolo completo
Gli smartwatch, un mercato che non vede crisi
Lifestyle | 19 ottobre 2016

Gli smartwatch, un mercato che non vede crisi

Il mercato degli smartwatch non sembra conoscere crisi, eppure ci si chiede ancora se si tratti solo di una moda passeggera. La risposta potrebbe venire dalle nuove applicazioni e dalle continue evoluzioni tecnologiche che li stanno trasformando in “assistenti” per facilitare la nostra vita.

Leggi l’articolo completo