come scegliere il mutuo giusto
Prestiti e mutui | 19 ottobre 2016

Come scegliere il mutuo giusto

L’acquisto o la ristrutturazione della casa dove si abita già da anni possono essere due dei tanti motivi che spingono una persona a rivolgersi in banca per chiedere un mutuo. Al di là delle esigenze, ci sono dei fattori che tutti devono valutare, a partire dal tipo di mutuo più congeniale.

Oltre a considerare la durata, che può essere diversa anche e soprattutto a seconda della cifra richiesta e del tipo di rata mensile sostenibile, la più immediata classificazione dei mutui è quella basata sul tipo di tasso, che può essere fisso, variabile o misto.
Il tasso fisso è ideale per chi cerca la sicurezza di un tasso predefinito e di una rata che si mantiene sempre uguale nel corso dell’intera durata del mutuo, anche se il tasso fisso è normalmente più elevato di quello variabile e in caso di abbassamento dei tassi, non si gode di alcun beneficio.
Il tasso variabile, invece, si rivolge a chi preferisce cogliere le opportunità legate all’andamento dei tassi di mercato. Di solito offre tassi più bassi rispetto al fisso e in caso di calo di quello di riferimento si riduce anche l’importo della rata. Ha però lo svantaggio di non poter sapere a quanto ammonteranno le rate successive, perché varieranno in base all’andamento dei tassi.
Ci sono poi quelli a tasso misto, che si rivolgono a chi, in corso di contratto, vuole modificare la scelta iniziale della rata per cercare di beneficiare delle migliori condizioni di tasso. È possibile, infatti, ogni 2, 5 o 10 anni rivedere la scelta della tipologia di tasso per la durata del mutuo. Il punto debole è proprio qui: le modifiche sono possibili solo in determinate finestre temporali.
Quello che può essere ideale per una famiglia potrebbe non esserlo per un’altra o per un single: prima di scegliere è bene analizzare la propria situazione finanziaria e lavorativa, alla luce anche della propria età, e così arrivare alla scelta più adatta al proprio profilo.

Affidarsi alla consulenza della banca può essere il modo giusto per affrontare la decisione e trovare il mutuo che meglio risponde alle proprie esigenze. Un esperto può aiutare non solo a scegliere il tipo di mutuo più congeniale ma anche a prendere in considerazione tutte le opportunità che ci si presentano al momento della sottoscrizione. Un mutuo è un impegno non solo per chi lo contrae ma anche per i famigliari e gli eventuali eredi. Un consulente può indirizzare anche verso la giusta forma di protezione, che può andare dalla polizza per la copertura in caso di decesso da infortunio o malattia, fino a forme di protezione in caso di perdita dell’impiego o temporanea inabilità al lavoro, senza dimenticare quelle polizze che proteggono anche il proprio acquisto, ovvero la casa per la quale si è acceso il mutuo.

A cura della redazione de "Il Sole 24 Ore"