Con il lockdown boom di nuovi acquirenti online

Le misure per far fronte all’emergenza coronavirus hanno fatto balzare in Italia il numero degli acquirenti online. Nei primi 4 mesi del 2020 sono stati 2 milioni i nuovi consumatori che si sono rivolti all’eCommerce, contro i 700mila dello stesso periodo del 2019.

Il lockdown ha fatto registrare uno spostamento delle abitudini dei consumatori italiani verso gli acquisti online. Nel periodo gennaio-maggio 2020 sono 2 milioni i nuovi acquirenti online in Italia (in tutto 29 milioni). Di questi, 1,3 milioni, secondo le stime di Netcomm, sono da attribuire all’impatto dell’emergenza sanitaria del Covid-19.

Negli stessi mesi dello scorso anno, infatti, si registravano 700mila nuovi consumatori: si tratta della crescita organica che il mercato e-Commerce si aspettava anche nei primi 4 mesi del 2020, se non fossero subentrati la crisi del Coronavirus e le conseguenti misure di isolamento.

“Stiamo assistendo a un’evoluzione inaspettata dei modelli di consumo degli italiani. A cambiare in tempi record sono state soprattutto le modalità di spedizione e di consegna. Il Click&Collect, ovvero la possibilità di ordinare online un prodotto e di ritirarlo in negozio da parte del cliente, ha registrato una crescita del +349% e ci aspettiamo che nei prossimi mesi diventerà un’abitudine sempre più consolidata, poiché consente flessibilità, adattamento alle esigenze di mobilità e, soprattutto, distanziamento sociale”, commenta Roberto Liscia, presidente di Netcomm.

Dal punto di vista delle vendite online, si è registrata una impennata nei settori che fino a poche settimane fa erano considerati emergenti: a registrare l’incremento maggiore, da fine febbraio a metà aprile, è stato il pet care (+154%); seguito da cibi freschi e confezionati (+130%); prodotti per la cura della casa (+126%) e della persona (+94%).

A cura della redazione de Il Sole 24 Ore

Sappiamo sempre come esserti vicino