Conti correnti e trasferibilità
Conti e Carte | 02 marzo 2017

Conti correnti e trasferibilità

Nel 2015 è entrata in vigore una nuova legge che accelera i tempi per trasferire un conto corrente da una banca all’altra.

Trasferire un conto corrente da una banca all’altra dal 2015 è diventato più semplice.

Recependo le disposizioni dell’articolo 10 della Direttiva 2014/92/EU, il legislatore italiano ha introdotto delle novità per andare incontro ai clienti degli istituti di credito, intervenendo soprattutto su tempistica per il trasferimento, semplificazione procedurale, costi ed eventuali sanzioni.
In particolare, il 24 marzo 2015 è stata approvata la legge di conversione con modificazioni del Decreto-Legge 24 gennaio 2015 n. 3 relativo a  misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti. L’articolo 2 di questa legge è quello che disciplina il trasferimento di servizi di pagamento connessi al rapporto di conto di pagamento.

Questo prevede che l’operazione di passaggio del conto da una banca all’altra sia gratuito per il cliente – nessuno dei due istituti può accreditare spese o commissioni – e che debba avvenire entro 12 giorni lavorativi dalla disposizione del titolare.

Per quanto riguarda la semplificazione della procedura, la nuova norma prevede che il prestatore di servizi di pagamento ricevente dovrà provvedere direttamente all’esecuzione del servizio di trasferimento: questi, infatti, è responsabile dell’avvio e della gestione della procedura per conto del cliente.

Anche il trasferimento dei servizi di pagamento deve essere completamente gratuito, così come quello di strumenti finanziari in giacenza presso un deposito titoli.

In caso di ritardi  sono previsti e indennizzi in favore dei consumatori danneggiati.

A cura della redazione de “IL SOLE 24 ORE”