Credito: Crif, a ottobre impennata (+18,4%) di mutui e surroghe
Prestiti e mutui | 20 novembre 2019

Credito: Crif, a ottobre impennata (+18,4%) di mutui e surroghe

Dopo il ritorno in territorio positivo, che “a sorpresa” aveva caratterizzato la rilevazione di settembre, a ottobre Crif ha registrato “una vera e propria impennata delle richieste di nuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane”.

Nel mese di ottobre, in Italia, le richieste di nuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane hanno registrato un balzo del 18,4% in confronto allo stesso mese del 2018, dopo che la rilevazione di settembre aveva fatto segnare un ritorno “a sorpresa” in territorio positivo delle richieste.

È quanto emerge dal barometro Crif. “L’irrobustimento della crescita rappresenta un elemento positivo per il mercato dopo tre trimestri improntati alla prudenza, con una dinamica complessiva influenzata dal recupero dei nuovi mutui ma, soprattutto, dalla ripresa delle surroghe stimolate da tassi applicati che negli ultimi mesi hanno toccato i nuovi minimi”, si spiega nell’analisi di Crif.

L’importo medio richiesto a ottobre si è attestato a 133.600 euro, con un incremento del +4,2% rispetto allo stesso mese 2018. In termini assoluti si tratta del valore più elevato registrato negli ultimi sette anni dopo il picco del giugno 2012, quando la media dei mutui richiesti era stata pari a 133.074 euro.

Sempre a ottobre 2019, risulta più contenuta la crescita delle richieste di prestiti da parte delle famiglie (+3,5%), che comunque conferma un trend positivo da inizio anno. In questo caso, a trascinare le richieste sono i prestiti finalizzati (+7,6%), mentre i prestiti personali segnano una battuta d’arresto (-1,2%), come era già accaduto nel mese di settembre.

A cura della redazione de "Il Sole 24 ore"