Le richieste hanno superato i 2,7 milioni per un controvalore di oltre 301 miliardi di euro.
Prestiti e mutui | 17 settembre 2020

Le domande di adesione alle moratorie sui prestiti hanno superato 301 miliardi di euro

Le richieste sono state avanzate in virtù del Dl Imprese. Intanto, hanno oltrepassato quota 78,7 miliardi le richieste al Fondo di Garanzia per le Pmi.

Continuano a crescere le domande di adesione alle moratorie sui prestiti. Secondo la rilevazione al 28 agosto comunicata dall’Abi, l’Associazione bancaria italiana, il 9 settembre 2020, le richieste hanno superato i 2,7 milioni per un controvalore di oltre 301 miliardi di euro.

Stando alle stime della task force costituita per promuovere l’attuazione delle misure a sostegno della liquidità e del credito adottato dal Governo per affrontare l’emergenza Covid-19, circa il 94% delle domande di moratoria è stato accolto dalle banche, il 3% è stato rigettato, mentre le restanti pratiche sono ancora sotto esame. Il 43% delle domande è arrivato da società finanziarie per 196 miliardi di euro. Le richieste di moratoria da parte delle famiglie riguardano un ammontare complessivo di 95 miliardi di euro. In particolare, da parte delle famiglie sono arrivate 214mila domande di moratoria sul mutuo prima casa per un importo medio di 94mila euro.

Resta elevato anche il ricorso al Fondo di Garanzia per le Pmi: le domande alle banche per accedere a questo strumento, al 10 settembre, sono circa 1 milione e 60mila per 78,7 miliardi di euro di finanziamenti richiesti. Di queste domande, 876mila sono per finanziamenti fino a 30mila euro, con un controvalore di 17,3 miliardi.

In questo quadro, Sace - attraverso “Garanzia Italia” - ha concesso garanzie per 13 miliardi di euro, su 492 richieste ricevute.

A cura della redazione de Il Sole 24 Ore

Sostegno a privati e famiglie EMERGENZA COVID-19

Interventi a sostegno di privati e famiglie EMERGENZA COVID-19