Draghi (Bce): tassi sui livelli attuali almeno fino alla fine del 2019

Sulla base dell’analisi economica, la Banca centrale europea ritiene di mantenere i tassi invariati rispetto agli attuali livelli almeno fino alla fine del 2019.

“Sulla base della consueta analisi economica e alla luce delle nuove proiezioni macro dello staff della Banca centrale europea, abbiamo deciso di lasciare i tassi di interesse invariati e continuiamo ad attenderci che si mantengano su livelli pari a quelli attuali almeno fino a fine 2019”.

È quanto ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi, in occasione di una conferenza stampa dopo la riunione del comitato di politica monetaria dell’istituto. Inoltre, Draghi ha specificato che la banca centrale intende continuare a reinvestire integralmente il capitale rimborsato sui titoli in scadenza per un periodo prolungato di tempo successivamente alla data del primo rialzo dei tassi.

Continuando a parlare degli interventi in favore del sistema della zona euro, Draghi ha annunciato nuove operazione di finanziamento Tltro.
“Abbiamo introdotto una nuova serie di aste tenendo in considerazione il fatto che la situazione di finanziamento delle banche andrà verso una fase di congestione perché verranno a scadenza le aste Tltro esistenti, andranno a scadenza molti bond bancari e inoltre ci sono questioni di compliance regolatoria”, ha spiegato Draghi, sottolineando che le aste servono “per minimizzare il rischio che i fondi presi a prestito con le aste a lungo termine possano essere utilizzati come avvenuto in passato in bond sovrani.
Il nostro obiettivo è che i fondi siano usati per erogare credito a imprese e famiglie, non per comprare bond sovrani”.

A cura della redazione de “Il Sole 24 ore”