Eco-sostenibilità: rispettare l’ambiente con il design Plastic Free
Lifestyle | 09 ottobre 2019

Eco-sostenibilità: rispettare l’ambiente con il design Plastic Free

Il divano in bucce e torsoli di mela. Le bottigliette canna da zucchero, amido di patate, mais o cellulosa. Ecco due esempi di come è possibile condurre una battaglia per ridurre l’inquinamento del pianeta mettendo in atto, anche nel quotidiano, piccole azioni virtuose che riducano gli sprechi. Servendosi di oggetti biodegradabili. Ecco le nuovissime soluzioni di design (e non solo) per ridurre l’utilizzo della plastica, partendo dalla nuova collezione Ikea che arriverà in Italia nel 2020.

È uno dei temi più sentiti del nostro tempo. Al centro di un grande movimento globale che interessa soprattutto i giovanissimi. È la tutela dell’ambiente e la riduzione dell’inquinamento: ormai una vera emergenza. Come combattere questa battaglia?  Mettendo in atto, anche nel quotidiano, piccole azioni virtuose che riducano gli sprechi. A cominciare dalla plastica, tra le cause primarie dell’inquinamento dei nostri mari. Ne è nato una sorta di movimento internazionale, PlasticFree, che ha iniziato a contagiare anche le aziende di design. Sempre più attente a creare prodotti eco-compatibili, in grado di ridurre l’impatto sul nostro pianeta, andando incontro anche alle esigenze di un pubblico nuovo e più sensibile a queste problematiche.

Ikea

 Si chiama Musselblomma e sarà disponibile in Italia dal 2020 la nuova linea di decorazioni per la casa pensata da Ikea e realizzata interamente con plastica di recupero raccolta dagli oceani. La collezione, disegnata dalla designer spagnola Inma Bermúdez, include una borsa e alcuni tessili, in particolare due fodere per cuscini e una tovaglia, realizzata al 100% in poliestere riciclato prodotto con rifiuti in plastica provenienti dal mare. I colori scelti dalla Bermúdez richiamano quelli dell’oceano: il verde e il turchese sono abbinati al color corallo in un mix di forme geometriche che, combinate tra loro, sembrano disegnare un pesce.

Depuravita

Sostituire le bottigliette di plastica che utilizziamo quotidianamente con alcune nuove soluzioni bio può essere un primo passo per ridurre gli sprechi. Per questo, Depuravita ha recentemente lanciato, per i suoi prodotti, le bottiglie vegane realizzate al 100% in bioplastica prodotta da materiali derivati da fonti biologiche, come canna da zucchero, amido di patate, mais o cellulosa. La loro particolarità è che sono anche completamente biodegradabili e compostabili, e non hanno dunque bisogno di essere riciclate. Per quanto riguarda il design, invece, l’azienda ha scelto un packaging minimalista ed elegante.

Cassina

Il divano Volage EX-S firmato da Philippe Starck e realizzato per Cassina, della collezione Croque La Pomme, ha una particolarità: è interamente realizzato con un nuovissimo materiale organico ottenuto riciclando bucce e torsoli di mela. Si chiama Apple Ten Lork o “pellemela”, ed è prodotto dall’azienda di Bolzano Frumat.

The New Raw

Per ora è solo alla fase progettuale. Ma presto potrebbe arrivare anche nelle nostre case. The New Raw, uno studio di ricerca e design con sede a Rotterdam e gestito dagli architetti Foteini Setaki e Panos Sakkas, infatti, ha avviato in Grecia, nella città di Salonicco, il programma “Print Your City” che fa parte dell’ambizioso progetto “Zero Waste Future” di Coca-Cola. In pratica, l’idea è quella di consentire la progettazione di arredi urbani interamente realizzati con materiale riciclato, coinvolgendo i cittadini nella creazione di proposte di design, che vengono poi stampate in 3D.

A cura della redazione di OfNetwork

 

Scopri i Servizi Speciali del Private Banking

Scopri i Servizi Speciali del Private Banking

Scegliendo il Private Banking di Deutsche Bank entri in un circolo esclusivo che ti consente di accedere a soluzioni di elevato livello, con vantaggi e privilegi pensati per i Clienti con esigenze che vanno oltre i servizi d’investimento e di consulenza tradizionali.  

Scopri di più