Gli italiani non rinunciano più alla qualità a tavola
Lifestyle | 02 ottobre 2017

Gli italiani tornano a cercare la qualità a tavola

Secondo il Rapporto Coop 2017, il 70% degli italiani, primi in Europa, cerca la qualità a tavola e il carrello del lusso supera l’8% di crescita nel primo semestre dell’anno. Il 2017 si sta rivelando l’anno della fine del downgrading della spesa e del ritorno del valore nel carrello degli italiani. Per la maggioranza degli italiani, infatti, sembra finito il tempo delle rinunce alimentari e della caccia alle promozioni e torna la voglia di qualità e di sperimentazione.

Gli italiani non rinunciano più alla qualità a tavola.
Dopo anni di crisi in cui il carrello della spesa ha sofferto e subito dei cambianti, il 2017 risulta come l’anno della fine del downgrading della spesa e del ritorno del valore nel carrello degli italiani. Secondo il Rapporto Coop 2017, per la maggioranza degli italiani il tempo delle rinunce alimentari sembra ormai un ricordo del recente passato e non c’è più la caccia alle promozioni.
Stanno tornando, invece, la voglia di qualità e la sperimentazione. In particolare, secondo la ricerca, il 70% degli italiani, primi tra i cittadini d’Europa, cerca la qualità a tavola ed è disposta a spendere di più pur di averla.

A fronte di una crescita generale dei consumi (si stima che l’anno si chiuderà con un +1,2%), le vendite della grande distribuzione nel primo semestre 2017 in Italia mostrano una ripresa più decisa, sostenuta appunto soprattutto dal settore alimentare.
Nel dettaglio, le vendite della Gdo (Grande Distribuzione Organizzata) a rete corrente nei primi sei mesi dell'anno sono aumentate dell'1,7% rispetto all'anno precedente, soprattutto grazie al +2,9% fatto registrare dall'alimentare, mentre per chimica e non food c'è stato un calo del 2,7%.

Andando a esaminare la spesa per prodotti alimentari nel dettaglio, sono cresciute tutte le categorie:

  • cibo confezionato (+1,1%)
  • bevande (+3,8%)
  • gelati e surgelati (+5,4%)
  • cibo fresco (+3,5%).

E in questo contesto, i “cibi terapeutici” (superfood, ma anche dieta Sirt, o dieta del gene magro, e assimilabili) valgono oramai il 10% dei consumi alimentari e crescono il doppio della media (+5% l’ultimo anno, i superfood l’8%).

A cura della redazione de "Il Sole 24 Ore"

I Servizi Speciali del Private Banking di Deutsche Bank

Scopri i Servizi Speciali del Private Banking

Scegliendo il Private Banking di Deutsche Bank entri in un circolo esclusivo che ti consente di accedere a soluzioni di elevato livello, con vantaggi e privilegi pensati per i Clienti con esigenze che vanno oltre i servizi d’investimento e di consulenza tradizionali.  

Scopri di più

Vuoi saperne di più? Contattaci per una consulenza personalizzata.