Gli ultimi dati sull’occupazione.
Business e lavoro | 19 ottobre 2016

Gli ultimi dati sull’occupazione

Analisi sintetica della situazione del mercato del lavoro in Italia e un confronto con i principali Paesi europei.

Nel secondo trimestre del 2016 in Italia l’occupazione complessiva è cresciuta in modo sostenuto rispetto al trimestre precedente, facendo registrare un +0,8% pari a 189mila unità, con una dinamica positiva che, con diversa intensità, riguarda tutte le tipologie: i dipendenti a tempo indeterminato (+0,3%), quelli a termine (+3,2%) e gli indipendenti (+1,2%). I dati diffusi dall’Istat, per il presidente del consiglio, Matteo Renzi dimostrano che “il Jobs Act funziona”, ricordando che “dall'inizio del nostro Governo” i posti di lavoro creati sono stati “585mila”. Sulla stessa linea anche il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti: “I dati diffusi dall’Istat confermano quanto avevamo rilevato in occasione del rilascio dei dati mensili, ovvero una tendenza di crescita dell’occupazione”. A questi dati si aggiunge che nel mese di luglio nel nostro Paese il tasso di disoccupazione è sceso all’11,4% dall’11,6% del mese precedente, quando il dato del secondo trimestre vedeva la disoccupazione all’11,5%, in calo dall’11,6%. Il dato italiano, seppure in miglioramento, è sopra la media dell’area Ocse, pari al 10,1% a luglio, rimasta invariata rispetto al mese precedente. L’Italia si avvicina ai livelli francesi, che sono invece in peggioramento: Oltralpe il tasso di disoccupazione in luglio è salito al 10,3% dal 10,1% di giugno. Ben diversa la situazione in Germania: nella prima economia europea il tasso di disoccupazione nel mese di agosto è rimasto fermo al 6,1%, con il numero dei disoccupati che è sceso di 7mila unità, sopra le attese del mercato. Migliora lentamente la Spagna, ancora su livelli di guardia: la disoccupazione di luglio è al 19,6%, in calo dal 19,8% di giugno. Non trovano confronto con l’Europa continentale i dati della Gran Bretagna (4,9% il tasso trimestrale a fine luglio), così come quelli di Stati Uniti (4,9% ad agosto) e Giappone (3% a luglio), dove la piena occupazione sembra quasi realtà.

A cura della redazione de "Il Sole 24 Ore"

Library al Copernico Coworking di Milano
Business e lavoro | 28 ottobre 2016

Le nuove parole del lavoro e del business: coworking, crowdfunding, sharing

La rivoluzione è finalmente iniziata nel mondo del lavoro e le imprese si adeguano alle novità nel modo di lavorare, di trovare partner, di condividere esperienze e risorse. Cosa insegnano le nuove parole del business. E dove funzionano in Italia.

Leggi l’articolo completo