Il viaggio è smart con la valigia connessa

L'internet of Things continua a evolversi e gli oggetti “intelligenti” connessi alla rete e controllabili via smartphone sono ormai di tutti i tipi. Tra le ultime novità ecco le valigie hi-tech, come quelle presentate da Bluesmart e Delsey. Attenzione, però, all’imbarco sui voli USA.

Le valigie del futuro rispecchiano le attitudini del nuovo viaggiatore hi-tech: sono connesse con i dispositivi mobile e sempre più smart grazie a tecnologie d’avanguardia. Il merito è dell’Internet of Thing, che continua a evolversi e a trasformare un numero sempre maggiore di prodotti in oggetti “intelligenti”.
Se la vecchia valigia con un semplice lucchetto non basta più per intraprendere un viaggio, ecco alcune soluzioni di ultima generazione per restare sempre connessi e non rischiare di perdere il bagaglio.

La gamma di valigie smart Bluesmart è stata da poco completamente rinnovata introducendo diverse innovazioni nei 4 prodotti in vendita:

  • valigia da stiva (a un costo di 450 euro) e da cabina (375 euro)
  • borsa per il laptop (230 euro) e porta passaporto (100 euro)

tutti ovviamente connessi con i device in modo da inviare alert e informazioni.
Grazie al Gps e al 3G è possibile ritracciare il bagaglio in caso di furto o smarrimento e la batteria interna consente di ricaricare mentre si è in viaggio smartphone, tablet e pc attraverso due porte Usb.
Chi è sempre alle prese con una valigia troppo pesante e vuole evitare il rischio di pagare un sovrapprezzo troverà utile la bilancia digitale integrata che avvisa del superamento del peso imposto da ciascuna compagnia aerea. Ed è digitale anche il lucchetto, da aprire tramite smartphone utilizzando il Bluetooth.

Vodafone e Samsonite hanno, invece, presentato al Mobile World Congress di Barcellona Track&Go, nuova soluzione che consente di tracciare il bagaglio e renderlo più sicuro. Questo dispositivo, infatti, una volta inserito all’interno della valigia invia un alert nel caso l’oggetto superi la distanza o l’area prestabilita e in caso di smarrimento si avvia da smartphone la geolocalizzazione.

Sarà disponibile a breve Pluggage, nuova soluzione della società francese Delsey. Grazie a un’applicazione dedicata, che può gestire fino a 5 bagagli, è possibile pesare e localizzare la valigia, ma anche chiuderla a distanza per evitare inconvenienti dopo essere stati avvisati che è al di fuori dell’area prestabilita. 
Tra le funzionalità più smart vi sono l’apertura con impronta digitale, il caricabatteria interno per ricaricare tutti i dispositivi e la funzione allarme che consente di essere avvisati quando la valigia arriva sul nastro dell’aeroporto.
Pluggage sarà disponibile come valigia da cabina e valigia da stiva media o grande.

Ha caratteristiche simili anche Trunckster. È possibile localizzarla in caso di smarrimento, ricaricare smartphone e tablet e pesarla utilizzando la bilancia digitale integrata. La particolarità è l’assenza totale di zip: il bagaglio, infatti, è composto esclusivamente da un pannello che scorre verso il basso.

Anche la tedesca Rimowa ha lanciato il nuovo Electronic Tag per alcune delle sue valigie. Si tratta di un dispositivo integrato che consente di effettuare il check-in del bagaglio ovunque ci si trovi e che grazie al display a colori, sostituisce la classica banda adesiva applicata in aeroporto con le informazioni del volo, inviate ora tramite Bluetooth al bagaglio. Al momento il dispositivo può essere utilizzato solo sui voli Lufthansa ed è disponibile sui modelli di Rinowa:

  • Salsa (prezzo da 529 euro)
  • Topas (da 799 euro)
  • Bossa Nova (da 639 euro)
  • Limbo (da 699 euro).

Chi ha intenzione di acquistare una valigia di ultima generazione deve però prestare molta attenzione. Solo quelle con batteria removibile saranno accettate sui voli USA, in modo da garantire una maggiore sicurezza.
Alcune compagnie come Delta e American Airlines, per il timore possano prendere fuoco in volo, hanno infatti vietato l’imbarco di quelle con batteria non removibile da gennaio 2018.

A cura della redazione di OfNetwork