Immobiliare: il mercato di pregio a Roma e Milano non conosce crisi
Prestiti e mutui | 21 ottobre 2019

Immobiliare: il mercato di pregio a Roma e Milano non conosce crisi

Il quadro economico italiano dominato dall’incertezza non sembra influire sul mercato immobiliare di pregio a Roma e Milano. È quanto emerge dal rapporto pubblicato da Engel & Völkers in collaborazione con Nomisma.

Nelle prime due città italiane, Roma e Milano, c’è un settore immobiliare che non risente delle incertezze economiche del Paese, quello residenziale di pregio. Il mercato di questo comparto ha raggiunto quotazioni importanti, con punte di 18.000 euro al mq a Milano in zona Quadrilatero e 12.000 euro al mq a Roma in Centro Storico.

Il quadro emerge dal “Market Report Milano/Roma H1 2019” realizzato da Engel & Völkers in collaborazione con Nomisma. “Il rallentamento della crescita economica e la prospettiva di stagnazione non hanno fin qui penalizzato il dinamismo dei mercati di pregio di Milano e Roma. Tali evidenze emergono sia dall’ulteriore espansione del volume di compravendite, sia dal graduale miglioramento dei principali indicatori economici del comparto”, ha commentato Luca Dondi dall’Orologio, amministratore delegato di Nomisma.

A Milano le compravendite sono aumentate del 3,4% annuo a consuntivo 2018, raggiungendo circa 24.500 transazioni per un fatturato complessivo di 5,9 miliardi di euro. Il dato del primo 2019 conferma il trend di crescita con +8,5% annuo. A trainare la ripresa non sono più solo le localizzazioni centrali e di pregio, dal momento che il recente ciclo espansivo si è ormai propagato a tutte le zone urbane. Cresce l’interesse degli investitori, oltre che in Centro Storico, per gli immobili vicini ai poli universitari, ospedalieri e agli headquarters delle grandi aziende. Una ulteriore spinta è arrivata anche dall’assegnazione dei Giochi Olimpici invernali del 2026. I prezzi crescono in tutte le zone. Il range dei prezzi medi va da 8-14 mila euro/mq per gli immobili ristrutturati al nuovo e da 6-9 mila euro/mq per quelli da ristrutturare. Le quotazioni più elevate arrivano fino a 18 mila euro/mq nel Quadrilatero e a Brera, in crescita rispetto al semestre precedente, e a 16-17 mila euro/mq in San Babila e Castello-Foro Bonaparte.

Roma è il primo mercato italiano per numero di compravendite e continua a crescere. Le 32 mila compravendite del 2018 (+3,4% annuo) hanno generato un fatturato complessivo di 7,3 miliardi di euro. La tendenza espansiva è più che confermata nel primo semestre 2019 (+6,9%). Nella Capitale la domanda per investimento è in aumento soprattutto nel Centro Storico e riguarda immobili di piccole-medie dimensioni e immobili di prestigio, con vista su zone monumentali. Nel segmento del pregio, le zone più dinamiche per volume di compravendite e locazioni sono, oltre al Centro Storico, sempre zona target privilegiata per gli investitori, anche Parioli, San Giovanni ed Eur.

A cura della redazione de "Il Sole 24 ore"