Italia indietro nella cybersicurezza

Lo sforzo di sicurezza dell'Italia non è sufficiente e per questo ci si espone a rischi sul web. Per quanto il mercato della cybersicurezza sia in crescita, si fa ancora troppo poco.

Gli investimenti nella Cybersicurezza delle imprese italiane con almeno 10 addetti nel 2016 sono saliti del 5% a 972 milioni di euro.
Il dato è emerso dalla seconda edizione dell’Osservatorio Information security e privacy e seppure la percentuale di crescita sia in linea con il trend internazionale, i numeri non sono particolarmente significativi se confrontati con i 66 miliardi di euro che rappresentano complessivamente il mercato Itc in Italia. 

La ricerca ha evidenziato anche che solo una azienda su sei dispone di un piano pluriennale di difesa sul fronte dell’informatica con riferimenti al piano industriale mentre, guardando alle grandi società quotate, le imprese con questa attenzione sono di più, oltre una su due (il 58%). 

Anche se sta crescendo la consapevolezza dei rischi sul fronte digitale, solamente una impresa su tre ha un piano organico annuale e in un altro 27% si stanziano fondi contro le minacce cyber solo in caso di bisogno.

Quello che manca, in generale, è una cabina di regia in grado di organizzare difese efficaci in un’ottica di medio periodo. Tra i passi in avanti registrati, comunque, si segnala che una impresa su sette si è attivata per sottoscrivere una polizza assicurativa contro i cyber-rischi e i danni causati a terzi. 

Una ricerca di Cisco realizzata in 13 Paesi, infatti, ha rilevato che subire violazioni in campo digitale comporta sostanziali perdite in termini di clienti, opportunità e entrate mancate. Secondo L’Annual Cybersecurity Report (ACR) 2017 di Cisco, in particolare, il 22% delle aziende che ha subito un attacco ha perso clienti (il 40% ha perso oltre il 20% della propria base di clienti); il 29% ha visto una perdita di ricavi (il 38% ha subito perdite per oltre il 20% del fatturato); e il 23% ha perso delle opportunità di business. 

A cura della redazione de “IL SOLE 24 ORE”