Sui nuovi modelli di Jaguar il pieno si paga direttamente dall’automobile
Lifestyle | 21 giugno 2017

L’auto del futuro: praticamente un robot

L’auto del futuro sarà sempre più connessa. In alcuni casi si guiderà da sola, riconoscendo ed evitando eventuali pericoli che potrebbero comparire improvvisamente davanti alla vettura. Sarà in grado di fare acquisti e di pagare il pieno di benzina con un semplice tap sul display touchscreen installato sul cruscotto. E si gestirà con la voce, diventando sempre più simile a un automa.

I primi prototipi sono già pronti. E le previsioni per il futuro sembrano essere rosee: secondo gli analisti di McKinsey, infatti, il mercato delle vetture senza conducente, varrà 6.700 miliardi di dollari nel 2030. Tra i big coinvolti, anche Tim Cook recentemente ha annunciato l’interesse di Apple a entrare nel settore, anche se ancora non si hanno notizie certe in merito allo sviluppo di future partnership.

Intanto, Samsung ha annunciato di aver avviato, in Corea del Sud, i primi esperimenti su strada per l’auto senza conducente, che si guiderà grazie a una serie di sensori e telecamere. La vettura, almeno nella sua fase sperimentale, utilizzerà un apposito sistema di intelligenza artificiale in grado di studiare il comportamento del veicolo in caso di maltempo. Inoltre, grazie alla tecnologia 3D realizzata dall’azienda TetraVue, acquisita da Samsung lo scorso febbraio, sarà possibile valutare in che modo l’auto è in grado di riconoscere eventuali ostacoli inaspettati e pericolosi.

Anche Google, che sta sperimentando già da alcuni anni il sistema di guida autonoma grazie alla sua “lucciola” (la mini auto si chiama Google Firefly) è pronta per passare alla fase 2. La piccola auto, infatti, sta per essere definitivamente ritirata dal mercato (per essere riposta in vari musei), mentre il sistema testato da Google verrà installato su alcuni veicoli commerciali, a partire dal minivan Chrysler Pacifica sul quale verranno effettuati i prossimi test.

Punta prevalentemente sull’intelligenza artificiale, invece, Microsoft che sta lavorando insieme agli storici marchi automobilistici BMW e Nissan per trasformare l’assistente virtuale Cortana, già a bordo di alcuni smartphone, in un sistema in grado di controllare alcuni aspetti della vettura direttamente con la voce.
Così, per esempio, ha fatto sapere BMW, l’automobilista alla guida potrà accedere a Cortana direttamente dal cruscotto della vettura, consultando gli eventi in programma, leggendo i promemoria o le ultime notizie.

E’ già realtà, invece, il servizio che metterà a disposizione Jaguar per tutti i nuovi modelli in uscita. Grazie a un accordo con Shell, infatti, si potrà disporre il pagamento del rifornimento di carburante direttamente dall’automobile utilizzando il sistema di controllo multimediale di bordo InControl Touch Pro.
In futuro, poi, la casa automobilistica lavorerà per ampliare l'offerta ad altri gestori, includendo anche parcheggi e attività di ristorazione.


A cura della redazione di OfNetwork

I Servizi Speciali del Private Banking di Deutsche Bank

Scopri i Servizi Speciali del Private Banking

Scegliendo il Private Banking di Deutsche Bank entri in un circolo esclusivo che ti consente di accedere a soluzioni di elevato livello, con vantaggi e privilegi pensati per i Clienti con esigenze che vanno oltre i servizi d’investimento e di consulenza tradizionali.  

Scopri di più