La TV del futuro è sempre più online
Lifestyle | 06 aprile 2018

La TV del futuro è sempre più online

Netflix e non solo. Le app per vedere la Tv sul web, in streaming e on-demand hanno ridefinito il concetto stesso di televisione. Netflix, la più famosa, è un successo anche finanziario e in borsa vola oltre i 100 miliardi di dollari di capitalizzazione. E ora è la volta di Amazon, Infinity, Now Tv, Vodafone Tv, Tim Vision. Ecco cosa offrono. E a quale prezzo.

La TV così come la conoscevamo non esiste quasi più. La rivoluzione, si sa, è iniziata qualche anno fa, più precisamente nel 2008, quando Netflix, oggi colosso dei contenuti digitali in streaming (a gennaio vantava una capitalizzazione di mercato superiore ai 100 miliardi di dollari), ha ridefinito il concetto stesso di televisione, cancellando di fatto i limiti imposti dal tradizionale palinsesto.

I contenuti digitali della nuova televisione, infatti, si fruiscono ovunque, in qualsiasi momento, superando i vincoli di spazio e di tempo. Mentre l’utente, iper tecnologico ed iper, diventa padrone a tutti gli effetti dei suoi consumi.

Disney

Una rivoluzione, quella dello streaming, che non si è ancora conclusa. Nuovi colossi da oltreoceano hanno annunciato l’avvio, a breve, di servizi di streaming online nel tentativo di conquistare quote di un mercato che oggi vale miliardi di dollari. E nel 2019 dovrebbe arrivare la prima piattaforma di contenuti digitali firmata Disney, con il suo nuovo polo multimediale che comprende anche (stando ai recenti accordi) le società di Murdoch.


Netflix

Intanto Netflix continua sulla strada intrapresa e punta tutto sui contenuti originali auto prodotti, stringendo accordi con i più importanti registi, attori e produttori cinematografici della scena internazionale: come i fratelli Coen, coppia di registi premio Oscar, David Letterman, volto noto della TV statunitense, e la celebre produttrice e sceneggiatrice Shonda Rhimes, creatrice di note serie di successo come Grey’s Anantomy.
Entro fine 2018, fanno sapere dalla società, i titoli originali in catalogo saranno oltre 700, per un investimento complessivo di 8 miliardi di dollari per il solo 2018.
Il servizio, fruibile anche in Italia, ha un costo che va dai 7,99 euro al mese per la versione base ai 13,99 per quella premium.


Amazon

Anche il big dell’e-commerce Amazon sta recuperando terreno con la sua piattaforma Amazon Prime Video. Il costo annuale, finora fissato a 19,99 euro, è da pochissimo stato aumento a 36 euro l’anno per l’Italia, complici anche gli ingenti investimenti in contenuti originali e auto-prodotti sul modello di Netflix.
In arrivo, infatti, la prima serie televisiva statunitense creata, diretta e interpretata da Woody Allen e una serie TV con protagonista la star di Hollywood Julia Roberts.
Intanto, sembra che la società di Jeff Bezos abbia stanziato circa 500 milioni di dollari per produrre le prime due stagioni del prequel de “Il Signore degli anelli”, raggiungendo quello che è stato definito il budget più alto di sempre per una serie TV.


Anche l’Italia ha le sue piattaforme di streaming. Non ci sono contenuti originali, ma la battaglia si gioca sul piano delle prime TV.

Mediaset Premium

Mediaset Premium, la pay TV di casa Mediaset, per esempio, ha lanciato Infinity: il servizio costa 7,99 euro al mese e permette di avere a disposizione un vasto catalogo di contenuti tra film in alta risoluzione (alcuni anche in 4K), cartoni animati e serie in prima visione in Italia, come Big Bang Theory e lo spin-off Young Sheldon.


TIM

TIM, invece, ha lanciato TIM Vision che di recente si è accaparrata i diritti per trasmettere in esclusiva la serie ideata da Mark Schwahn con Elizabeth Hurley e William Moseley, The Royals, che viene trasmessa a meno di 24 ore dalla messa in onda negli Stati Uniti.
Il servizio, inoltre, per i clienti TIM permette di accedere con TIM BOX ai contenuti on demand grazie a un decoder con sistema operativo Android.


Vodafone

I clienti Vodafone, invece, hanno a disposizione il decoder Vodafone TV che permette di vedere i contenuti di Now TV, del gruppo SKY, Netflix e Chili Cinema.

A cura della redazione di OfNetwork