La rete 5G è (quasi) realtà: cambierà molte delle nostre abitudini

TIM utilizzerà i servizi su 5G per far lavorare meglio le macchine industriali. Vodafone, invece, sperimenta nuovi servizi di telemedicina, tra cui l’ambulanza digitale, collegata con i medici in ospedale. Si è da poco conclusa l’asta per l’assegnazione delle frequenze della nuova rete 5G. Con TIM e Vodafone che hanno scommesso più di tutte le altre società Tlc. E già sono in arrivo nuovissimi servizi evoluti. Che promettono di cambiare la nostra vita. Ecco come.

Le reti mobili di quinta generazione stanno per entrare in scena. Si è da poco conclusa, infatti, la gara per l’assegnazione delle frequenze della rete 5G, con un esborso complessivo di 6,55 miliardi di euro da parte degli operatori di telefonia mobile, e che ha visto primeggiare su tutti i colossi TIM e Vodafone che ci hanno scommesso circa 2,5 miliardi a testa.

Dal prossimo anno, o al più tardi dal 2020, dunque, la nuova rete 5G, una evoluzione dell’attuale rete dati per la navigazione da smartphone 4G, debutterà anche in Italia e ci consentirà di navigare con i nostri smartphone molto più velocemente.
Ma non solo: secondo osservatori ed esperti le implicazioni potrebbero essere molto più significative, con servizi completamente nuovi che potrebbero trasformare radicalmente le nostre vite in vari ambiti, dall’industria, all’automazione, alla medicina.
Si inizierà già dal prossimo anno in alcune città pilota, tra le quali Milano. Anche se per vedere gli effetti reali di quella che è stata definita come una vera rivoluzione, si dovrà aspettare almeno il 2022. Ma cosa ci sarà di diverso?

Internet super veloce

La velocità di navigazione da mobile è certamente il primo vantaggio dell’introduzione della nuova rete mobile di quinta generazione. Ma, forse ancora più importante, la rete sarà caratterizzata da una sensibile riduzione dei tempi di latenza (cioè del tempo di attesa affinché avvenga la connessione), che saranno inferiori a 1 millisecondo.

Oggetti connessi

Il primo e naturale ambito di utilizzo della nuova rete sarà quindi quello dell’Internet of Things (IoT). La rete consentirà di migliorare l’interazione con gli oggetti connessi della smart home, grazie anche a una capacità di trasmissione dati che viaggerà fino a 10 Gigabit al secondo (vale a dire 10 volte più velocemente rispetto a quella delle attuali reti 4G). Migliorando di molto anche le prestazioni delle applicazioni di realtà virtuale o aumentata per l’entertainment. Così, per esempio, si potranno realizzare app immersive basate sulla realtà aumentata per guidare turisti e cittadini alla scoperta della città e del suo patrimonio artistico. O ancora, si potranno sfruttare la potenza e la velocità di navigazione per vedere film in risoluzione 4K o giocare a videogiochi di altissima qualità.

Smart city

Anche le città diventeranno sempre più “smart”. E’ già stato avviato, per esempio, un progetto da parte della società Intellitronika con la collaborazione del Politecnico di Milano volto a creare un nuovo sistema di sorveglianza a disposizione della polizia locale. Il servizio prevede l’utilizzo di droni per videosorvegliare, per esempio, manifestazioni ed eventi sportivi restituendo immagini in alta risoluzione che arriveranno dalle telecamere praticamente in tempo reale.
Non solo: il 5G consentirà comunicazioni “machine to machine” in real time, favorendo dunque lo sviluppo anche di veicoli a guida autonoma. La società e-Novia, per esempio, è già al lavoro su un nuovo progetto chiamato Yape: si tratta di un veicolo elettrico, ultraleggero a guida autonoma che verrà utilizzato per le consegne a domicilio.

Medicina

Uno degli ambiti più sorprendenti in cui si vedranno i maggiori benefici, però, è la medicina. La società Life sta studiando una serie di sensori da installare sugli abiti sportivi per dare una lettura in tempo reale dei principali parametri fisiologici dell’atleta durante l’attività fisica.
Vodafone, dal canto suo sta sperimentando a Milano alcuni servizi di telemedicina in partnership con il Politecnico di Milano e altri 28 partner con il sostegno di Comune di Milano, Regione Lombardia e Città Metropolitana. Tra questi, per esempio, svetta l’ambulanza digitale e connessa che prevede sistemi di analisi e consulto medico da remoto che consentano di gestire situazioni di emergenza anche durante il trasporto in ospedale. Si potranno, quindi, condividere i parametri vitali del paziente con il personale medico in ospedale, corredando le informazioni con immagini ad alta risoluzione che viaggeranno in tempo reale.

Industria 4.0

Anche il lavoro potrebbe trasformarsi radicalmente. I servizi 5G, infatti, consentiranno di controllare le macchine industriali. Ecco allora che Tim sta sperimentando con Comau e altre aziende un’iniziativa, negli stabilimenti di Torino, che punta a raggiungere un utilizzo capillare del 5G per la gestione dei processi produttivi di fabbrica.

A cura della redazione di OfNetwork

Sicurezza informatica: i consigli di Deutsche Bank per evitare situazioni spiacevoli

Sicurezza informatica: i consigli di Deutsche Bank per evitare situazioni spiacevoli

Ogni giorno assistiamo alla creazione di nuovi virus e ad attacchi cyber che diventano sempre più complessi e articolati.
Deutsche Bank vuole supportare la propria clientela con alcuni consigli per chi utilizza smartphone, dispositivi elettronici o per chi naviga online.

leggi tutti i consigli