Bonus: 300 euro per chi sceglie i pagamenti digitali
Conti e Carte | 17 settembre 2020

Bonus: 300 euro per chi sceglie i pagamenti digitali

Dovrebbe partire dal prossimo 1° dicembre il piano del Governo per ridurre l'uso del contante. Prevede un bonus del 10% per chi in un anno spende fino a 3000 euro con carta o altri strumenti tracciabili. E stando alle ultime indiscrezioni, la misura dovrebbe valere per ogni acquisto di beni o servizi. Ecco cosa si sa finora.

È stato introdotto dal decreto di agosto dal Governo con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo del contante e contrastare l’annoso problema dell’evasione fiscale. Il progetto cashless Italia dovrebbe diventare operativo dal prossimo 1° dicembre e prevede un cashback per chi sceglie di utilizzare, per le sue spese quotidiane, i pagamenti digitali. Ecco cosa si sa finora.

Come funziona

In pratica si tratta di uno sconto diretto e contestuale all’acquisto, che prevede il riaccredito sul conto corrente di una parte dello speso (il “cashback”) , pari al 10%, su un tetto di 1.500 euro a semestre, per un totale di 3.000 euro l’anno.

Significa quindi che, se il piano sarà confermato, i soldi arriveranno sotto forma di rimborsi semestrali, fino a un massimo di 300 euro all’anno. A una condizione: è necessario pagare gli acquisti con strumenti digitali come carte di credito, debito e prepagate, ma anche app e wallet virtuali su smartphone o smartwatch come Google Pay, Apple Pay e gli altri.

Sembra poi che, oltre alla soglia di spesa pari a 1.500 euro a semestre, verrà anche inserito un numero minimo di transazioni da effettuare. Questo perché uno dei principali obiettivi è quello di agevolare e incentivare i micropagamenti, per importi contenuti.

Quali spese danno diritto al cashback

Inizialmente la norma introdotta nella Legge di Bilancio 2020 prevedeva la possibilità di usufruire del cashback solo per gli acquisti disposti presso alcune tipologie di attività, come parrucchieri, servizi per la cura della persona, ristoranti. Stando alle ultime notizie, invece, l’agevolazione dovrebbe riguardare qualsiasi spesa per beni e servizi.

Come ottenere il rimborso

Per saperlo bisognerà attendere le misure attuative del Mef che stabiliranno il meccanismo di riaccredito.


A cura della redazione di OFNetwork

Sappiamo sempre come esserti vicino