Il mercato residenziale italiano continua la striscia positiva
Prestiti e mutui | 21 giugno 2019

Il mercato residenziale italiano continua la striscia positiva

Per il quinto anno consecutivo, nel 2018, il mercato immobiliare residenziale del nostro Paese ha mostrato una crescita. Le transazioni sono salite del 6,5% rispetto al 2017, mostrando i tassi più elevati a Bologna, Palermo e Napoli.

Il 2018 è stato un altro anno positivo per il mercato immobiliare residenziale italiano, il quinto consecutivo.

Alla fine dello scorso anno le transazioni registrate sono state 578.647 – il livello più alto dal 2010 – segnando un progresso del 6,5% in confronto al 2017, per un ammontare complessivo di oltre 94 miliardi di euro (il 56% al Nord).

L’incremento delle compravendite è risultato essere:

  • Nord Est (+10,2%)
  • Isole (+7,7%)
  • Centro (+6,4%)
  • Nord Ovest (+5,6%)
  • Sud (+3,8%).

Sono leggermente scese le compravendite di abitazioni in nuda proprietà (-0,4%), soprattutto al Sud, dove il calo è stato più marcato (-6,6%).

La superficie media dell’abitazione acquistata nel 2018 è pari a circa 106 metri quadrati.

Tra le grandi città, i rialzi più consistenti si sono avuti a:

  • Bologna (+10,5%)
  • Palermo (+7,7%)
  • Napoli (+4,3%)

positiva la dinamica anche per:

  • Roma (+3%)
  • Milano (+3,4%)
  • Firenze (+3,9%).

Per quanto riguarda le Regioni,

  • l’Emilia Romagna è stata quella con il maggior incremento, con quasi 52mila scambi e una crescita dell’11,3%
  • seguono le Marche (+10,2%)
  • e il Veneto (+10%).

L’unica a mostrare il segno meno è la Basilicata, che ha perso il 5,9%.

Gli acquisti di abitazioni effettuati ricorrendo a un mutuo ipotecario sono stati circa 282mila (+8,8% sul 2017).

Complessivamente gli istituti di credito hanno erogato 35,7 miliardi di euro, pari a una media di 126mila per ogni operazione, con una punta di 142mila al Centro.
In media, il capitale erogato rappresenta circa il 71% della spesa di acquisto.

I dati sono raccolti nel Rapporto immobiliare residenziale realizzato dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Abi.

A cura della redazione de “Il Sole 24 ore”