Nel 2020 in Italia boom di acquisti alimentari online

Gli acquisti online nel comparto “Food&Grocery” nel 2020 in Italia raggiungeranno 2,5 miliardi di euro, con una crescita del 55% rispetto al 2019, pari in valori assoluti a un miliardo in più rispetto allo scorso anno.

Il 2020 segna un boom per gli acquisti online di prodotti “Food&Grocery” da parte dei consumatori italiani, su siti sia italiani sia stranieri. Il controvalore di questi acquisti raggiungerà 2,5 miliardi di euro, in aumento del 55% in confronto al 2019, pari in valori assoluti a un miliardo di euro in più rispetto all’anno scorso.

La componente più rilevante (pari all’87% del comparto) è rappresentata dall’Alimentare: all’interno di questa categoria il Grocery Alimentare (prodotti da supermercato) diventa il principale segmento online, grazie a una crescita del +85% rispetto al 2019 e un valore di 854 milioni di euro. Seguono il Food Delivery (cibo pronto) con 706 milioni (+19%) e l’Enogastronomia (prodotti di nicchia) con 589 milioni di euro (+63%). È quanto emerge dall'Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm.

“A fine 2019, il Food&Grocery era il comparto più dinamico online, ossia con il ritmo di crescita più sostenuto (+40% circa), ma il meno maturo, ossia quello con il tasso di penetrazione più basso (1,1% del valore totale degli acquisti retail dei consumatori italiani)”, commenta Riccardo Mangiaracina, responsabile scientifico dell’Osservatorio, spiegando che, “con lo scoppio dell’emergenza Covid-19, la domanda online di prodotti alimentari è in alcuni casi decuplicata, mettendo forte pressione agli attori eCommerce. Il lockdown, le nuove esigenze (e paure) dei consumatori hanno fatto cadere le barriere all’utilizzo del canale eCommerce (e dei pagamenti digitali) e hanno convinto anche i retailer più restii al cambiamento della necessità di potenziare l’offerta online, oggi non adeguata”.

A cura della redazione de Il Sole 24 Ore

Sappiamo sempre come esserti vicino