Non si ferma la crescita delle richieste di credito in Italia

Nel mese di febbraio 2018 è proseguita la crescita delle richieste di credito da parte delle famiglie italiane. Secondo i dati raccolti dal Barometro Crif, c’è stata una crescita del +3,3% in confronto allo stesso mese del 2017. A trainare le richieste sono stati i prestiti personali, che hanno registrato un aumento annuo del 9,6%.

Non si ferma nel 2018 la richiesta di prestiti in Italia. Dopo il +3,3% annuo registrato in gennaio, anche nel mese di febbraio c’è stato un aumento su base annua del 3,3% delle interrogazioni registrate sul Sistema di Informazioni Creditizie di Crif relativamente alle richieste di prestiti da parte degli italiani.

Continua anche la stessa dinamica registrata nel primo mese dell’anno. Ovvero, sono stati i prestiti personali a trainare la crescita dell’intero comparto grazie a una crescita del 9,6%.

La componente dei prestiti finalizzati, invece, ha mostrato un trend opposto con una flessione del -2,2%, in parte dovuta al rallentamento delle richieste di finanziamenti per l’acquisto di auto e di quelle relative a beni e servizi di importo più contenuto.

Nonostante questo andamento a doppia velocità, il mese di febbraio ha fatto segnare il record assoluto relativamente all'importo medio dei prestiti richiesti dalle famiglie, che nell'aggregato di prestiti personali e finalizzati è arrivato a 9.935 euro (+6,1% in confronto allo stesso mese del 2017).

Nel dettaglio, per quanto riguarda i prestiti finalizzati a febbraio l’importo medio richiesto è stato pari a 6.649 euro (+5,8% rispetto a febbraio 2017), mentre per i prestiti personali l’importo medio richiesto è salito del 3% a 13.588 euro.

In questi primi mesi dell’anno prosegue la fase favorevole per le richieste di nuovi prestiti da parte delle famiglie, in particolare per la componente dei prestiti personali, che crescono ininterrottamente da oltre un anno”, commenta Simone Capecchi, Executive Director di Crif

A cura della redazione de “Il Sole 24 Ore”