Conti e Carte | 23 febbraio 2018

“Nuovi” conti per “nuovi” clienti

Hanno voci di costo azzerate, offrono regali o incentivi, e prevedono servizi aggiuntivi. In alcuni casi, poi, mettono in palio dei premi. In altri, invece garantiscono il mantenimento delle condizioni di favore anche al termine del periodo promozionale. Ma solo se si rispettano determinati requisiti. Breve scenario dell’offerta di conti correnti all’inizio del 2018.

Chi è alla ricerca di un nuovo conto corrente può approfittare di numerose promozioni, che consentono di fronteggiare un costante rincaro nella gestione di questi prodotti e di utilizzarli con costi ridotti rispetto a quelli applicati a chi è già cliente.

Le banche danno, infatti, il loro “benvenuto” a chi sceglie di trasferire il conto da un altro istituto o di sottoscriverne uno nuovo con una serie di offerte che, rispettando determinati requisiti e seguendo alcuni piccoli accorgimenti, consentono di avere sconti e riduzioni sul canone e sui prodotti collegati al conto, come le carte di pagamento, e anche regali e buoni sconto da utilizzare con partner commerciali convenzionati.
In alcuni casi si tratta di conti correnti promozionali dedicati esclusivamente a chi è un nuovo cliente della banca, in altri, invece, è il conto corrente proposto anche a chi è già cliente ma con offerte e sconti ad hoc.

Questo avviene perché raramente i conti correnti partono da un costo azzerato perché sono sempre più ricchi di servizi ed extra, anche non bancari. Ecco, quindi, che è importante capire come poter ridurre il canone mensile oppure il costo delle carte.

La maggior parte delle offerte prevede l’azzeramento del canone e del costo di alcune delle principali operazioni per il primo anno di sottoscrizione, a volte esteso a 24 mesi. A seguire, però, il correntista ha la possibilità di mantenere queste riduzioni in caso rispetti alcuni requisiti. Principalmente si tratta di sottoscrivere altri prodotti bancari: il meccanismo in questo caso include uno sconto crescente in base al numero di sottoscrizioni effettuate, fino ad arrivare nella migliore delle ipotesi a una completa riduzione del 100%. Si parte dal “classico” accredito dello stipendio o della pensione, passando per la sottoscrizione di carte di debito o di credito oppure la domiciliazione delle utenze, fino ad arrivare a prodotti più complessi come quelli di risparmio gestito o quelli assicurativi.

Le carte di credito, ad esempio, che prevedono il pagamento di una quota annuale, possono essere gratuite per il primo anno e questa agevolazione prosegue anche negli anni successivi se il titolare utilizza la carta per gli acquisti e supera una determinata soglia di spesa annua.

Anche i prelievi da altri istituti in Italia e nella zona Euro, che presentano una commissione tra 1,50 e 2 euro, possono essere azzerati. In questo caso viene offerto un pacchetto di operazioni gratuite, a numero limitato, per prelevare senza spese, superato il quale si applica la commissione standard.
Un premio consistente nella riduzione del canone viene affidato anche a quei clienti che dispongono di un patrimonio elevato.

Per approfittare di queste offerte e sottoscrivere un nuovo conto più economico rispetto al precedente, quindi, una soluzione potrebbe essere quella di trasferire il conto dalla vecchia banca alla nuova. Il “trasloco” avviene, per legge, entro 12 giorni lavorativi ed è la nuova banca che si occupa di tutto, consentendo così al cliente di non preoccuparsi delle questioni burocratiche dello spostamento.

A cura della redazione di OfNetwork