I pagamenti online diventano più sicuri. Ecco cosa cambia con l’autenticazione forte
Conti e Carte | 14 dicembre 2020

I pagamenti online diventano più sicuri. Ecco cosa cambia con l’autenticazione forte

Nella prima fase ha regolamentato gli accessi ai portali di home banking e app in modo sicuro. Dal 1° gennaio 2021, invece, la Direttiva Europea sui pagamenti richiede alle banche di eseguire controlli aggiuntivi anche in occasione dello shopping sui portali di e-commerce. Con l’obiettivo di ridurre il numero di frodi e aumentare, al tempo stesso, la fiducia dei consumatori verso gli acquisti virtuali.

Dal 1° gennaio 2021 la normativa che prevede l’introduzione della Strong Customer Authentication (SCA), cioè dell’autenticazione sicura a due fattori, entrerà in vigore in tutta Europa anche per gli acquisti online. Si tratta della seconda fase di recepimento della Psd 2, la Direttiva Europea sui pagamenti, che dopo aver regolamentato gli accessi ai portali di home banking e app in modo sicuro, richiede alle banche di eseguire controlli aggiuntivi anche in occasione dello shopping sui portali di e-commerce. Con l’obiettivo di ridurre il numero di frodi e aumentare, al tempo stesso, la fiducia dei consumatori verso gli acquisti virtuali.

Cosa cambia

Dal gennaio, quindi, per completare un acquisto online non basterà inserire i dati di pagamento della propria carta di credito. Ma sarà richiesto un passaggio di sicurezza aggiuntivo. La Strong Customer Authentication, infatti, si basa sulla verifica di almeno due elementi di diversa tipologia per accertare l’identità del consumatore. In questo modo, il cliente ha la possibilità di controllare tutti i dati della transazione prima di autorizzare effettivamente il pagamento. Bloccando, al contempo, tempestivamente un acquisto che non riconosce.

Come funziona

L’autorizzazione a due fattori, quindi, richiede l’inserimento di un secondo strumento di sicurezza. Generalmente funzionerà così: in occasione di un acquisto sul web al cliente arriverà, tramite l’app di mobile banking della sua banca, una notifica push con i dettagli della transazione. Basterà cliccarci sopra e autorizzare il pagamento utilizzando la biometria, cioè il riconoscimento del volto o dell’impronta digitale, per portare a termine l’operazione.

Chi, invece, non possiede uno smartphone dotato di riconoscimento biometrico, dovrà inserire un codice personale specifico creato appositamente per gli acquisti online con carta, da utilizzare durante le transazioni su Internet insieme al codice dinamico e monouso OTP (One Time Password) che si riceve in fase di conferma del singolo acquisto e che resta valido per autorizzare una sola operazione per volta. Questo codice OTP può essere generato direttamente dallo smartphone, tramite le app di mobile banking della banca. In alternativa, può anche essere ricevuto via sms.

A cura della redazione de Il Sole 24 ore

Pagamenti online ancora più sicuri con le nuove modalità di autorizzazione

Pagamenti online ancora più sicuri con le nuove modalità di autorizzazione

Dal 1° gennaio 2021 cambiano le modalità di autorizzazione degli acquisti online con Carta per garantirti ancora più sicurezza.

informati subito

Disclaimer area db Magazine

Tutti i diritti riservati. Gli articoli, i materiali, i contenuti ed i servizi presenti sulle pagine web raggiungibili da questo indirizzo https://www.deutsche-bank.it/db-Magazine.html sono destinati ad un utilizzo personale e non professionale e non possono essere copiati, trasmessi, pubblicati, distribuiti o sfruttati commercialmente senza l’esplicito consenso scritto del Gruppo Deutsche Bank S.p.A.. Tutti i materiali pubblicati, inclusi a titolo esemplificativo, articoli di informazione, fotografie, immagini, illustrazioni, sono protetti dalle leggi sul diritto d’autore e sono di proprietà dell’editore o di chi legittimamente disponga dei diritti relativi. Le informazioni contenute nel presente documento si basano su fonti ritenute attendibili: tuttavia il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. non ha effettuato una verifica indipendente relativa a tali informazioni e declina ogni responsabilità a riguardo. Conseguentemente, nessuna garanzia, espressa o implicita, è fornita, né alcun affidamento può essere fatto riguardo alla precisione, completezza o correttezza delle informazioni e delle opinioni contenute in questo documento. Gli articoli, le ricerche e gli studi pubblicati rappresentano esclusivamente le opinioni e i punti di vista dei relativi autori: esse non riflettono necessariamente le opinioni di Deutsche Bank S.p.A. né di qualsiasi società controllata o consociata del Gruppo Deutsche Bank S.p.A.. Né l’autore né il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. possono essere ritenuti responsabili per danni derivanti dall’utilizzo della presente pubblicazione, tranne per quanto è previsto dalla normativa applicabile. Il Gruppo Deutsche Bank S.p.A cercherà in tutti i modi di evitare la pubblicazione di informazioni erronee ed affermazioni che possano in alcun modo essere considerate lesive di diritti di terzi.  Le informazioni riportate hanno solo uno scopo informativo, non sono da intendersi, interpretarsi o considerarsi in alcun modo come messaggio promozionale ovvero offerte di vendita o sollecitazioni a sottoscrivere, invito ad acquistare o vendere o come raccomandazione ad acquistare o collocare qualsiasi tipo di strumento finanziario, nè come giudizi da parte del Gruppo Deutsche Bank S.p.A. sull’opportunità dell’investimento in alcuno dei prodotti illustrati, o ricerca in materia di investimenti, né tantomeno costituiscono una raccomandazione ad eseguire alcun tipo di operazione. Quanto ad eventuali richiami di natura fiscale qui contenuti, va rilevato che i livelli e le basi di tassazione a cui fanno riferimento gli articoli pubblicati sono suscettibili di cambiamenti rispetto alla data di pubblicazione e possono incidere sul valore dell’investimento; il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. non ha l'obbligo di mantenere aggiornate queste informazioni, né tantomeno di aggiornarle. La distribuzione di questo documento in altre giurisdizioni può essere soggetta a restrizioni e pertanto le persone alle quali dovesse pervenire tale documento si dovranno informare sull’esistenza di tali restrizioni ed osservarle. Ulteriori informazioni sono disponibili su richiesta.