Proteggi la tua vita. E ottieni rendimenti

Investire, assicurandosi dagli imprevisti. Con le multiramo, infatti, si può combinare l’effetto scudo offerto dalla polizza alla componente di rendimento derivante dagli strumenti di gestione separata. Ecco come funzionano e cosa c’è da sapere.

Chi vuole ripensare il proprio approccio al mercato investendo parte del proprio risparmio ma ottenendo allo stesso tempo protezione attraverso strumenti assicurativi, può scegliere di sottoscrivere una polizza multiramo.

Questo perché le polizze multiramo combinano due elementi.

POLIZZA VITA TRADIZIONALE
Il primo è una polizza vita tradizionale (ramo I): le somme vengono destinate a una Gestione Separata, a capitale garantito e fonte di un rendimento annuo, cioè in un fondo interno gestito dalla compagnia assicurativa che investe principalmente in obbligazioni e Titoli di Stato e solo in piccola parte in azioni.
Il capitale costruito nel tempo attraverso l’investimento nella Gestione Separata verrà lasciato, in caso di decesso dell’assicurato, ai suoi familiari.

POLIZZA UNIT LINKED
Il secondo elemento, invece, è una polizza unit linked che investe in fondi con andamento influenzato dai movimenti del mercato finanziario e in cui, contrariamente dagli investimenti nella Gestione Separata, non sono previste garanzie per la restituzione della somma.
Il capitale investito in queste unit linked può essere destinato, a scelta del cliente, a fondi esterni (OICR – Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio) selezionati dalla banca oppure alla combinazione scelta in autonomia tra i fondi previsti nell’offerta.

Richiedendo una consulenza in banca sarà possibile studiare la migliore composizione dell’investimento a seconda delle proprie esigenze e del profilo di rischio. Solitamente è previsto il versamento di un premio unico ma alcune soluzioni multiramo includono anche la possibilità di effettuare versamenti aggiuntivi, sempre tramite premi unici oppure con versamenti programmati.

È da tenere in considerazione, però, che in alcuni casi è richiesto all’assicurato che alla componente legata alla Gestione Separata venga destinato fino a un massimo del 50% dell’investimento totale mentre il restante dovrà necessariamente essere investito nella polizza unit linked.

I fondi di investimento inizialmente collegati alla polizza, inoltre, possono variare di numero negli anni e possono anche essere sostituiti da altri oppure eliminati. Il sottoscrittore è libero di poter variare nel tempo l’investimento (attraverso i cosiddetti switch e pagando una commissione), sempre rispettando i limiti applicati dal contratto.

A cura della redazione di OfNetwork