Ristrutturazione: sai come sfruttare le (nuove) agevolazioni fiscali?
Prestiti e mutui | 01 dicembre 2017

Ristrutturazione: sai come sfruttare le (nuove) agevolazioni fiscali?

È ancora il momento giusto per chi desidera rinnovare il proprio appartamento. Le detrazioni fiscali approvate lo scorso gennaio sono ancora in corso e la scadenza è stata prorogata per tutto il prossimo anno nella prima bozza della Legge di Bilancio 2018. Le detrazioni dei Bonus Ristrutturazioni, Mobili, Eco Bonus e il nuovo Bonus Verde.

La prima bozza della Legge di Stabilità 2018 prevede una proroga di un anno (fino al 31 dicembre 2018) delle agevolazioni fiscali per chi necessita di ristrutturare casa, effettuare lavori di riqualificazione energetica oppure di acquistare mobili per arredare l’abitazione, attualmente valide fino al 31 dicembre 2017.

Bonus Ristrutturazioni

Se la proroga verrà confermata dal voto delle due Camere, anche chi sceglierà di ristrutturare casa dal 1° gennaio 2018 potrà ancora contare su una detrazione fiscale del 50% dell’Irpef sulle spese sostenute, fino a un tetto massimo di 96.000 euro (da ricevere in 10 quote annuali sempre dello stesso importo), per le opere sia di manutenzione ordinaria (come il rifacimento dei pavimenti) sia straordinaria (come la ristrutturazione del bagno).
Le modalità restano invariate: per ottenere il bonus è necessario che tutte le spese siano effettuate attraverso bonifico bancario, per garantirne la tracciabilità, ed è obbligatorio fornire in tempo tutta la documentazione richiesta e le fatture.

Eco Bonus

Viene ripartito su 10 quote annuali anche l’Eco Bonus, che prevede un rimborso in caso di interventi di ristrutturazione che hanno come obiettivo la riqualificazione energetica dell’abitazione. A cambiare, rispetto al bonus per la ristrutturazione, sono i tetti massimi:

  • fino a 30.000 euro per gli interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale,
  • fino a 40.000 euro per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda o per la riqualificazione esterna dell’edificio
  • fino a 100.000 euro per una riqualificazione energetica globale.

Fino al 31 dicembre 2017 la detrazione prevista dall’Eco Bonus è pari al 65% ma la bozza del 2018 prevede una diminuzione al 50% in caso di sostituzione di infissi, schermature solari, impianti di climatizzazione invernale tramite caldaie a condensazione mentre resta invariata per gli altri interventi.
Anche in questo caso è necessario che le spese siano state effettuate tramite bonifico ed, inoltre, sono richiesti anche l’invio di un’attestazione del tecnico che è intervenuto per i lavori e di una scheda informativa, per via telematica all’ENEA, degli interventi realizzati.

Bonus Mobili

Riconfermato anche per tutto il 2018, senza nessuna variazione, il bonus per l’acquisto di arredi come letti, divani, apparecchi di illuminazione, e di grandi elettrodomestici, a patto che questi ultimi siano di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) e che gli acquisti vengano effettuati in concomitanza con la ristrutturazione della casa. La detrazione in questo caso rimane, quindi, pari al 50% con un limite massimo di 10.000 euro, rimborsati in 10 rate annuali.

Bonus Verde

Tra le nuove agevolazioni previste dal 1° gennaio 2018 ci sarà anche un nuovo Bonus Verde che prevede una detrazione del 36%, e fino a un massimo di 5.000 euro, per la sistemazione del verde nelle zone comuni intorno a edifici residenziali e immobili ad uso abitativo. Si applica, ad esempio, per la sistemazione di impianti di irrigazione, per la realizzazione di recinzioni, e per coperture a verde e giardini pensili. Anche in questo caso si parla di ripartizione in 10 quote annuali sempre dello stesso importo.

A cura della redazione di OfNetwork