Si vive più a lungo: ecco come integrare la pensione

Secondo l’Istat il picco di invecchiamento colpirà l’Italia nel quinquennio 2045-50, quando gli ultrasessantacinquenni rappresenteranno quasi il 34% della popolazione. Ciò significa che gli italiani avranno bisogno di una quantità maggiore di capitale per sostenere un pensionamento prolungato. Una soluzione è quella di munirsi di strumenti di previdenza complementare. Si può scegliere tra polizze vita a premio unico o a premi annui. In alternativa, ci sono i fondi pensione aperti. O il piano previdenziale integrativo. Oppure, ancora, i Piani di Accumulo.

Nel 2018, per la prima volta nella Storia, gli over 60 al mondo saranno circa un miliardo. Lo rivela l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) che come ogni anno diffonde i dati sugli abitanti del pianeta, tracciando un quadro demografico della popolazione mondiale e dei trend di sviluppo futuri.

Non solo: anche il numero di abitanti del nostro pianeta è destinato a crescere. Nel 2023, spiega l’ONU, la popolazione mondiale raggiungerà gli 8 miliardi, ce ne saranno 9,8 nel 2050, mentre nel 2100 la Terra sarà popolata da 11 miliardi di persone.
Ma il dato potenzialmente più preoccupante è che le condizioni migliori di vita porteranno a un invecchiamento progressivo della popolazione, con effetti economici e sociali potenzialmente devastanti. Una tendenza che è già in atto anche in Italia: secondo l’Istat, infatti, il picco di invecchiamento colpirà l’Italia nel quinquennio 2045-50, quando gli ultrasessantacinquenni rappresenteranno quasi il 34% della popolazione italiana.
 
Le sfide del sistema pensionistico per affrontare questi mega-trend demografici diventano ogni giorno più difficili. Se l’ipotesi di vivere più a lungo sembra tutt’altro che futuribile, significa che avremo bisogno di una quantità maggiore di capitale per sostenere un pensionamento prolungato.

Il rischio, dunque, è serio. Secondo gli esperti una soluzione è quella di munirsi di strumenti di previdenza complementare, per ottenere un reddito aggiuntivo alla pensione. In banca è possibile, dopo aver eseguito un check-up previdenziale, farsi consigliare dai consulenti in merito alle soluzioni più adatte alle proprie esigenze.

POLIZZE VITA
Si può scegliere tra polizze vita a premio unico o a premi annui, che consentono di integrare il reddito o la pensione con una rendita vitalizia. Generalmente si può indicare, al momento della sottoscrizione, l’importo che si desidera ottenere e il tipo di premio da versare. E in cambio si ha diritto anche a una tutela in caso di infortuni e malattia. Si può inoltre stabilire che, in caso di premorienza dell’assicurato durante l’erogazione della rendita, sia corrisposto un capitale ai beneficiari.
Invece, se l’assicurato scompare prima della scadenza contrattuale, i beneficiari potranno ottenere la restituzione dei premi netti versati, rivalutati.

FONDI PENSIONE APERTI
In alternativa, ci sono i fondi pensione aperti che al termine dell'attività lavorativa offrono una rendita vitalizia rivalutabile. Si possono versare premi annuali o mensili, ma in caso di necessità c’è anche la possibilità di effettuare versamenti aggiuntivi in qualsiasi momento.

PIANI PREVIDENZIALI INTEGRATIVI
Con il piano previdenziale integrativo, che permette di dedurre i contributi versati dall’imponibile Irpef, invece, è possibile riscattare il capitale in anticipo per far fronte, ad esempio, a spese sanitarie impreviste. Si può scegliere come e quanto versare e come investire il capitale tra varie combinazioni di linee di investimento.

PIANI DI ACCUMULO
Infine, una soluzione è rappresentata dai Piani di Accumulo: si definisce l’orizzonte temporale dell’investimento, la durata del contratto, che di norma arriva fino a 40 anni, e anche la periodicità e l’importo dei versamenti. In caso di necessità, è possibile riscattare una parte o la totalità del capitale accumulato in anticipo.

A cura della redazione di OfNetwork

I nostri Consulenti possono illustrarti le soluzioni studiate da Zurich e Deutsche Bank in materia di previdenza integrativa e consigliarti la soluzione adatta a te: