Un prestito per godersi le Feste
Prestiti e mutui | 14 dicembre 2017

Un prestito per godersi le Feste

Con l’arrivo delle feste di Natale torna la necessità di richiedere soldi a prestito. Per acquistare i regali da mettere sotto l’albero il 25 mattina, organizzare cenoni e veglie con parenti e amici e, magari concedersi qualche giorno sulla neve. Le statistiche dicono che, da qui a metà gennaio almeno un italiano su quattro chiederà un prestito personale. Ecco come orientarsi tra le offerte.

Il Natale è alle porte ma se si è ancora alla ricerca dei regali per familiari e amici o se si devono organizzare pranzi, cenoni e vacanze una soluzione per riuscire ad avere a disposizione la somma necessaria può essere quella di richiedere un prestito.
Secondo le statistiche, infatti, un italiano su quattro chiederà un finanziamento durante le festività. Ma come orientarsi tra le varie proposte e a cosa prestare attenzione?

Prima di tutto è da tenere in considerazione l’importo da richiedere. La somma, infatti, deve essere rimborsata in rate che devono risultare sostenibili in relazione alle altre spese mensili che gravano sul budget familiare.

Un’ipotesi, quindi, potrebbe essere quella di richiedere piccole somme da restituire in un periodo di tempo ridotto. Se questa è la soluzione che risponde meglio alle necessità di stagione, occorre tener presente che sono sempre più numerosi le offerte che possono essere gestite in autonomia (senza recarsi in filiale) direttamente via app o Internet banking. Si tratta dei cosiddetti prestiti istantanei che in genere non superano i 5.000 euro di importo e che hanno come vantaggio proprio la velocità di risposta da parte della banca alla richiesta e i tempi ristretti di erogazione.

Per ottenere un prestito istantaneo, però, è necessario essere già titolari di un conto corrente nella banca in cui si effettua la richiesta e l’istituto deve aver già valutato il merito creditizio, cioè la capacità del cliente di restituire l’importo e di fornire garanzie sufficientemente solide.

Un’altra opzione può essere un prestito finalizzato all’acquisto di un determinato bene come ad esempio un’auto, l’arredamento per la casa o i prodotti tecnologici. Infatti si stanno sviluppando soluzioni che consentono, soprattutto per smartphone, tablet e pc, di dilazionare il pagamento in rate mensili a tasso zero, un po’ come già avviene sui portali di e-commerce e nei negozi di elettronica.

Chi ha già all’attivo un finanziamento ma ha comunque bisogno di somme aggiuntive ed è sempre stato puntale nei pagamenti previsti dal piano di rimborso può anche optare per la richiesta di liquidità aggiuntiva in prestito. In questo caso, quindi, il rimborso andrà effettuato in un numero maggiore di rate mensili ma si potrà usufruire dei tassi dedicati a chi è già cliente della banca.

Per scoprire il prestito per affrontare le Feste più adatto alle proprie esigenze tra tutte le proposte attive al momento, la soluzione migliore è rivolgersi a un consulente della banca, che sarà anche in grado di spiegare il reale costo del finanziamento e l’importo che il cliente dovrà restituire.
Infatti, oltre al Tan (Tasso Annuo Nominale) più o meno vantaggioso, per scegliere la soluzione migliore è necessario calcolare anche tutte quelle spese accessorie - come i costi di istruttoria, di incasso rata, l’imposta di bollo, le comunicazioni della banca e l’eventuale assicurazione - che sommate al tasso consentono di ottenere il valore del Taeg (Tasso Annuo Effettivo Globale) e quindi di conoscere il reale costo finale.

A cura della redazione di OfNetwork