Depositi a risparmio con saldo inferiore o pari a 100 euro

I libretti di risparmio nominativi e al portatore con un saldo inferiore o pari a 100 euro non sono ricompresi nella categoria dei cosiddetti "rapporti dormienti" (di cui alla L.266/2005 e al DPR 116/2007 come riportati nella relativa sezione), pur se - per gli stessi - non sia stata effettuata alcuna operazione o movimentazione per un periodo di oltre 10 anni.

In relazione ai libretti nominativi e al portatore con un saldo inferiore o pari a 100 euro, che non hanno avuto movimentazione per un periodo di 10 anni, la Banca ha deciso – per una più efficiente e ragionevole gestione dei rapporti con gli intestatari o legittimi possessori – di bloccarne l'operatività.

Tale blocco darà soltanto luogo ad una gestione accentrata e più razionale dei dati contabili dei crediti vantati verso la Banca, senza per questo ostacolare o rendere più onerosa la posizione della clientela che mantiene il diritto ad ottenere la restituzione delle somme a suo credito.

In pratica, il rapporto di deposito continua ad esistere, pur senza l'operatività del libretto. Si rappresenta infine che tali Libretti non maturano più né interessi né costi.

Cosa fare per rientrare nella disponibilità dei saldi relativi a dette tipologie di libretti.
Il titolare di un libretto di risparmio nominativo ovvero il legittimo possessore del libretto di risparmio al portatore potrà, in qualunque momento, recarsi presso lo Sportello della Banca ove è stato acceso il rapporto. Una volta espletate positivamente le verifiche richieste dalla normativa in tema di riconoscimento della clientela, il titolare potrà  richiedere ed ottenere le somme che risulteranno a suo credito, salva comunque la possibilità di riattivare il rapporto di deposito con libretto di risparmio.

Il personale della Banca, presso tutti gli Sportelli del Gruppo Deutsche Bank, è a disposizione per ogni ulteriore informazione.