Db Magazine December 10, 2021

L’anagrafe è digitale. E funziona così

La digitalizzazione della pubblica amministrazione è una delle componenti fondamentali del PNRR. E avrà un ruolo chiave per la crescita del Paese.

La prima novità è attiva dal 15 novembre, e consente di scaricare in pochi clic, senza uscire da casa, vari certificati come, ad esempio, nascita, matrimonio, cittadinanza, residenza, stato civile, stato di famiglia e unione civile. Per la prima volta a costo zero.

Dal 15 novembre è attiva la piattaforma per accedere all’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente, sviluppata dal ministero dell’Innovazione Tecnologica per accedere in modalità digitale ai certificati, senza più bisogno di recarsi presso uno sportello della Pubblica Amministrazione. Proprio la digitalizzazione della PA, inoltre, è una delle componenti chiave della prima delle sei missioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che si pone l’obiettivo di dare un impulso decisivo al rilancio della competitività e della produttività del Sistema Paese.

640x382_ANAGRAFE_DIGITALE

Secondo le informazioni aggiornate al 25 novembre 2021, sono 7.839 i comuni che hanno già aderito, per un totale di oltre 66 milioni di cittadini coinvolti, compresi quelli inclusi nell’Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE).

Come funziona l’anagrafe digitale

Dal portale dedicato (www.anagrafenazionale.interno.it) è possibile scaricare in autonomia e gratuitamente 14 tipologie di certificati, non solo per lo stesso utente ma anche per un componente della famiglia. Sono disponibili, ad esempio, quelli di nascita, matrimonio, cittadinanza, residenza, stato civile, stato di famiglia e di unione civile.

Si accede con l’identità digitale (SPID, Carta d’Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi). Prima dell’emissione definitiva è necessario visualizzare l’anteprima e controllare che tutti i dati siano corretti. I certificati vengono forniti via e-mail o da scaricare in formato PDF, e contengono il QR Code e il sigillo elettronico qualificato del Ministero dell’Interno. 

I documenti sono gratuiti, non è necessario pagare il bollo, e possono essere rilasciati anche in forma contestuale. Questo significa che è possibile, richiedere in un unico certificato l’attestazione di più informazioni, ad esempio cittadinanza, esistenza in vita e residenza.

Inoltre, per i comuni con plurilinguismo sono disponibili in modalità multilingua.

L’area personale che ogni cittadino ha a disposizione sul portale permette anche di inviare una rettifica dei dati anagrafici in caso di errori, dovuti ad esempio a errate trascrizioni. 

A cura di OF Network


Sappiamo sempre come esserti vicino

App La Mia Banca

App DB Le Mie Carte

La Mia Banca

Finanziamenti a distanza

Con le nostre Carte fai acquisti in sicurezza, anche da casa

Pagamenti digitali con smartphone


Disclaimer area db Magazine

Tutti i diritti riservati. Gli articoli, i materiali, i contenuti ed i servizi presenti sulle pagine web raggiungibili da questo indirizzo https://www.deutsche-bank.it/news/detail/dbmagazine sono destinati ad un utilizzo personale e non professionale e non possono essere copiati, trasmessi, pubblicati, distribuiti o sfruttati commercialmente senza l’esplicito consenso scritto del Gruppo Deutsche Bank S.p.A.. Tutti i materiali pubblicati, inclusi a titolo esemplificativo, articoli di informazione, fotografie, immagini, illustrazioni, sono protetti dalle leggi sul diritto d’autore e sono di proprietà dell’editore o di chi legittimamente disponga dei diritti relativi. Le informazioni contenute nel presente documento si basano su fonti ritenute attendibili: tuttavia il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. non ha effettuato una verifica indipendente relativa a tali informazioni e declina ogni responsabilità a riguardo. Conseguentemente, nessuna garanzia, espressa o implicita, è fornita, né alcun affidamento può essere fatto riguardo alla precisione, completezza o correttezza delle informazioni e delle opinioni contenute in questo documento. Gli articoli, le ricerche e gli studi pubblicati rappresentano esclusivamente le opinioni e i punti di vista dei relativi autori: esse non riflettono necessariamente le opinioni di Deutsche Bank S.p.A. né di qualsiasi società controllata o consociata del Gruppo Deutsche Bank S.p.A.. Né l’autore né il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. possono essere ritenuti responsabili per danni derivanti dall’utilizzo della presente pubblicazione, tranne per quanto è previsto dalla normativa applicabile. Il Gruppo Deutsche Bank S.p.A cercherà in tutti i modi di evitare la pubblicazione di informazioni erronee ed affermazioni che possano in alcun modo essere considerate lesive di diritti di terzi.  Le informazioni riportate hanno solo uno scopo informativo, non sono da intendersi, interpretarsi o considerarsi in alcun modo come messaggio promozionale ovvero offerte di vendita o sollecitazioni a sottoscrivere, invito ad acquistare o vendere o come raccomandazione ad acquistare o collocare qualsiasi tipo di strumento finanziario, nè come giudizi da parte del Gruppo Deutsche Bank S.p.A. sull’opportunità dell’investimento in alcuno dei prodotti illustrati, o ricerca in materia di investimenti, né tantomeno costituiscono una raccomandazione ad eseguire alcun tipo di operazione. Quanto ad eventuali richiami di natura fiscale qui contenuti, va rilevato che i livelli e le basi di tassazione a cui fanno riferimento gli articoli pubblicati sono suscettibili di cambiamenti rispetto alla data di pubblicazione e possono incidere sul valore dell’investimento; il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. non ha l'obbligo di mantenere aggiornate queste informazioni, né tantomeno di aggiornarle. La distribuzione di questo documento in altre giurisdizioni può essere soggetta a restrizioni e pertanto le persone alle quali dovesse pervenire tale documento si dovranno informare sull’esistenza di tali restrizioni ed osservarle. Ulteriori informazioni sono disponibili su richiesta.